Sul concorso da ricercatore a tempo indeterminato in Politica Economica presso l’Università dell’Insubria

di petizionesecsp01

Desideriamo portare alla vostra attenzione l’esito della Procedura di valutazione comparativa a 1 posto di ricercatore universitario per il settore scientifico disciplinare SECS-P/02 Politica Economica presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Il 24 gennaio scorso si è svolta la discussione dei titoli e delle pubblicazioni dei candidati, e il 16 febbraio il Rettore dell’ateneo, prof. Renzo Dionigi, ha approvato gli atti della commissione giudicatrice. Non disponiamo del materiale originale allegato dai candidati alla domanda di partecipazione. Tuttavia, la lettura dei verbali e un esame dei curricula e delle pubblicazioni dei candidati, accessibili online, ci portano a esprimere forti perplessità sull’esito della procedura.

Come nel caso del recente concorso da ricercatore in Economia Politica presso l’Università del Piemonte Orientale, emerge una evidente disparità tra la qualità media dei profili dei candidati non vincitori e quella del vincitore designato dalla Commissione giudicatrice. A nostro parere l’applicazione di ogni possibile, ragionevole e legittimo criterio alternativo di selezione avrebbe dovuto condurre all’esclusione dal novero dei possibili vincitori proprio del candidato giudicato idoneo dalla Commissione.

La presente tabella (segui il link per scaricare il Pdf) mostra una comparazione della produzione scientifica su riviste con referaggio e delle citazioni ricevute dal lavoro dei candidati.

Dai verbali si evince che il candidato vincitore ha una pubblicazione su rivista. A oggi è impossibile reperirne traccia sul web. I cinque lavori finora pubblicati consistono in altrettanti capitoli di un unico volume collettaneo in italiano curato dal presidente del commissione giudicatrice. Tre di tali capitoli sono coautorati proprio con il presidente della commissione.
L’originalità e la rilevanza del contributo di molti degli altri candidati è invece comprovata sia dalla pubblicazione di articoli su riviste internazionali con consolidata – e in alcuni casi elevatissima – reputazione presso la comunità scientifica internazionale, sia dalla ricezione di un congruo numero di citazioni.

Il verbale della commissione giudicatrice è disponibile all’url http://www.uninsubria.it/uninsubria/allegati/pagine/12529/attiRuSecsp02.pdf.

Siamo consapevoli di quanto sia complessa la valutazione delle capacità di un giovane ricercatore, e dell’autonomia che spetta a ciascuna Commissione nella definizione dei criteri di valutazione e nello svolgimento delle proprie funzioni. Siamo inoltre convinti che ogni valutazione debba essere capace di assicurare il più ampio pluralismo di scuole di pensiero nella disciplina economica.

Tuttavia rinnoviamo l’auspicio, già espresso in occasione della procedura svoltasi presso l’Università del Piemonte Orientale, che si pongano dei limiti ragionevoli alla discrezionalità delle commissioni giudicatrici, sia riguardo alle numerose procedure concorsuali a tempo indeterminato ancora in corso, sia nelle procedure comparative che, con la nuova legge Gelmini, saranno alla base del reclutamento delle nuove leve di ricercatori a tempo determinato.

Annunci